home - Home page - CENSLOC
Welcome to

Menu'

· Home
· Censloc
· Chi siamo
· Le ricerche:
- Politiche per lo sviluppo locale
- Effetti degli aiuti de minimis
· Link

 


La ricerca


La ricerca


Archivio documenti
Pubblicazioni sullo sviluppo locale
Abstract
Schede Strumenti
Elaborazioni

Eventi
Svolti
Programmati

  
Benvenuto sul sito del CENSLOC

Il Centro Studi per lo Sviluppo Locale e la Coesione (CENSLOC), è un’Associazione culturale no profit. Nasce nel 2004 su iniziativa di un gruppo di esperti di politiche di programmazione, sviluppo locale ed imprenditoriale, che hanno condiviso esperienze lavorative nel settore pubblico e privato.

L’obiettivo principale del Centro è quello di “..favorire, valorizzare e promuovere culturalmente lo sviluppo locale e la coesione istituzionale, economica, sociale e territoriale nelle sue diverse forme e dimensioni, finalizzata alla riduzione degli svantaggi e disagi economici e sociali…”  ....continua


Seminario di presentazione della Ricerca e Pubblicazione



“Politiche per lo Sviluppo Locale – La Valutazione degli effetti degli aiuti DE MINIMIS nel Comune di Quartu Sant’Elena – creazione di un modello replicabile”


Quartu Sant’Elena 23 aprile 2012,
Sala Convento Cappuccini, Via Brigata Sassari , ore 9,30


PROGRAMMA DEI LAVORI
 
Ore 9,30 Registrazione Partecipanti
 
Ore 9,45 Introduzione 
               Marco Fadda – Presidente CENSLOC
               Mauro Contini – Sindaco di Quartu Sant’Elena
               Antonello Arru – Presidente Fondazione Banco di Sardegna
 
Ore 10,15 Presentazione della Ricerca
               Adriana Di Liberto - Università di Cagliari,
             Margherita Meloni-  Ricercatrice CRENOS
 
 
Ore 11,00 La valutazione, momento di riflessione organizzativa nell’Ente Locale
Testimonianza di Carmen Atzori – Dirigente Settore Sviluppo Locale            Comune di Quartu Sant’Elena
 
Ore 11,15 Tavola Rotonda  
“La valutazione degli incentivi alle imprese: modello e prospettive in vista delle riforma del sistema degli incentivi nella Regione Sardegna”
 
              Introduce e coordinaFrancesco Pigliaru – Università di Cagliari
 
              Partecipano:
              Giorgio La Spisa – Assessore alla programmazione RAS
              Tonino Piludu – Presidente CREL
              Cristiano Erriu – Presidente ANCI Sardegna
               
             
Ore 13,00 Conclusioni   - Filippo Spanu – Vice Presidente CENSLOC


Le Politiche per lo Sviluppo Locale sono considerate uno strumento fondamentale per favorire la crescita occupazionale e quindi dei sistemi produttivi locali. Le ingenti risorse impegnate richiederebbero un attenta valutazione dei risultati attraverso l’impiego di un approccio quantitativo e di una pianificazione ex ante del metodo valutativo che si intende applicare, contrariamente alla pratica più diffusa di una valutazione della politica ex post e sovente di natura qualitativa o di mera rendicontazione finanziaria delle risorse spese.

Il Seminario al quale La invitiamo si prefigge di presentare e discutere i risultati finali  di un progetto di ricerca sull’attuazione di un programma di sviluppo pluriennale, finanziato con risorse della L.R. n.37/1998, implementato tra il 2000 e il 2006 nel Comune di Quartu Sant’Elena. La Legge Regionale n.37/1998, come noto, è lo strumento di sviluppo che ha avuto maggiore impatto finanziario negli ultimi dieci anni in Sardegna, dando attuazione al cosiddetto “Piano Regionale del Lavoro”,  attraverso l’articolo 19.

Il progetto di ricerca si è sviluppato in quattro fasi: nella prima è stata effettuata un’analisi del contesto normativo e del programma di sviluppo generale del Comune; nella seconda è stato ricostruito il processo di implementazione della politica di aiuti de minimis nei tre bandi oggetto d’indagine; nella terza si è proceduto all’individuazione del modello di valutazione, secondo l’approccio controfattuale, degli effetti degli aiuti de minimis; nella quarta ed ultima fase all’analisi dei risultati ed allo studio delle indicazioni di policy.   

In questo lavoro l’indagine quantitativa si è concentrata sulla politica degli aiuti de minimis che, proprio per le sue caratteristiche, ben si prestava ad una valutazione degli effetti secondo l’approccio controfattuale.
A questo scopo è stata raccolta una banca dati che ha permesso di raccogliere numerose informazioni sia sulle imprese che hanno ricevuto i contributi), che su un altro campione di imprese non beneficiarie (complessivamente sono state intervistate il 60% delle imprese). Quest’ultimo campione ha consentito di effettuare la vera e propria valutazione degli effetti, ovvero, di confrontare cosa sarebbe accaduto in assenza della politica (situazione controfattuale) con ciò che si è verificato in presenza della stessa (situazione fattuale).         

La ricerca sottolinea innanzitutto come sia necessario pianificare la valutazione delle politiche già nella fase definitoria, ex ante, e come quest’ultima debba seguire regole di implementazione specifiche se si vuole davvero ottenere stime dell’impatto corrette e limitando i costi. I risultati della valutazione qui effettuata soffrono dunque dei problemi tipici delle analisi effettuate ex post e vanno letti con una certa cautela.
Tuttavia, l’analisi di regression discontinuity design qui effettuata fa emergere un effetto positivo, sebbene non pienamente significativo, della politica de minimis.
 
E’ gradita la Sua presenza.

 in collaborazione con